ESAME SCRITTO

ESAME RISERVATO A TECNICI IN FORMAZIONE ISCRITTI TRAMITE GLI ENTI DI FORMAZIONE DA NOI RICONOSCIUTI E IN REGOLA CON LA TASSA D'ESAME

STRUTTURA DELL’ESAME

L’esame consiste in 100 domande a risposta multipla – tarate sul libro Ricci et Al. (2014). Il manuale Applied Behavior Analysis and Verbal Behavior, Edizioni Centro Studi Erickson – delle quali una sola è corretta. Per superare l’esame occorre rispondere in modo esatto ad almeno 70 domande.

LIMITE DEI TENTATIVI

Nessuno

TEMPO A DISPOSIZIONE
90 minuti

*Questa è la prima schermata che ti apparirà non appena inserisci la password che ti è stata comunicata via mail.

DOMANDE FREQUENTI

POSSO MODIFICARE LE RISPOSTE DATE?

Fino alla fine del tempo a disposizione potrai cambiare le risposte già date. Puoi modificare le risposte date semplicemente spuntando una risposta differente: le domande sono 10 per ciascuna schermata e potrai sempre tornare alla schermata precedente dalle icone delle frecce a fine schermata. Su ciascuna domanda appare il contatore con il progressivo rispetto il totale delle domande (es. 29/100). La risposta selezionata si colora di blu e questo ti aiuterà a capire facilmente se il tuo click è stato registrato. Le risposte sono obbligatorie e se si salta una risposta in una pagina la domanda viene contornata di rosso e appare la scritta “Questa è una domanda richiesta”: fino a che non si seleziona una risposta il sistema non fa andare alla pagina successiva.

COME TERMINO L'ESAME?

Una volta ricontrollate le domande potrai cliccare su ‘TERMINA’ a fine pagina o sul bottone “Risultato” e invierai così le risposte.  Se non finisci entro i 90 minuti le risposte verranno inviate in automatico dal sistema quindi ti consigliamo di controllare il tempo che hai a disposizione dal display in alto. Le risposte non date saranno considerate errate.

QUANDO SAPRÒ IL RISULTATO DELL'ESAME?

Una volta inviato l’esame – cliccando sulla bandierina oppure sul pulsante “risultato” – ti apparirà in tempo reale la pagina con il punteggio ottenuto e il riepilogo delle risposte: quelle corrette di colore celeste e con l’icona della spunta verde, quelle sbagliate di colore rosso chiaro e con l’icona della crocetta rossa. In cima vedrai la bara progressiva con il numero di risposte corrette (es. 72/100) e così saprai se hai superato o meno l’esame.

Infine cliccando sul pulsante “esci” andrai in automatico sulla homepage di AssoTABA.

DEVO COMUNICARE IL RISULTATO DELL'ESAME?

La segreteria AssoTABA riceverà in tempo reale la mail automatica con il risultato dell’esame quindi non c’è bisogno di ulteriori comunicazioni da parte tua. Se lo hai superato sarà la stessa segreteria a scrivere invitandoti ad iscriverti all’esame orale così da concludere il percorso come Tecnico ABA fino all’idoneità. Se non hai passato l’esame potrai rifarlo successivamente.

*I punti di riferimento in ciascuna pagina con le 10 domande


0%

ESAME ABA

Compila con i tuoi dati, grazie

1 / 100

Il time out:

2 / 100

Una volta stabilita la gerarchia dei rinforzatori, possiamo:

3 / 100

La minimizzazione dell’errore presuppone che bisogna agire al fine di evitare il più possibile la replica dell’errore, cioè:

4 / 100

Quando un comportamento è in acquisizione e la sua emissione è subordinata alla contestuale erogazione di un prompt; quando viene attuato in autonomia, affinché si consolidi, è fondamentale:

5 / 100

Le catene comportamentali sono:

6 / 100

Qual è un rischio dell’uso massiccio del prompt?

7 / 100

Rispetto agli altri setting, il NET:

8 / 100

La task analysis:

9 / 100

Nella fase di adattamento, i genitori:

10 / 100

I metodi ABA sono una diretta espressione dell’orientamento psicologico:

11 / 100

La procedura del rinforzamento differenziale prevede:

12 / 100

Eliminare il rinforzo che mantiene in vita il comportamenti inadeguato, significa:

13 / 100

Una volta individuate le funzioni dei comportamenti problematici e le condizioni che determinano il ripresentarsi nel tempo dello stesso comportamento, si potrà condurre un intervento modificando:

14 / 100

Con il concatenamento retrogrado:

15 / 100

Il programma di rinforzamento continuo (continuous reinforcement – CRF) prevede:

16 / 100

La pratica negativa:

17 / 100

Il ciclo istruzionale è composto da tre elementi:

18 / 100

L’establishing operation:

19 / 100

Il Reinforcement Assessment for Individuals with Severe Disabilities (RAISD):

20 / 100

I comportamenti inadeguati:

21 / 100

Se, a seguito del prurito dovuto a una puntura di zanzara, un bambino si gratta ripetutamente, questo comportamento ha:

22 / 100

Rispetto agli altri setting, l’IT:

23 / 100

Ipotizziamo che un bambino chieda alla mamma di guardare i cartoni animati e la mamma gli risponda di no. Il piccolo si mette a piangere e urlare e la mamma acconsente alla richiesta, il comportamento ha:

24 / 100

Gli elementi costitutivi dell’analisi funzionale del comportamento:

25 / 100

Che cos’è il fading?

26 / 100

Cosa si intende per punizione?

27 / 100

Quale di queste affermazione sulla Family Quality of Life (FQoL) è vera?

28 / 100

I comportamenti rispondenti:

29 / 100

Cosa implica l’applicazione di un programma di rinforzamento VR4?

30 / 100

I comportamenti operanti:

31 / 100

Cosa implica l’applicazione di un programma di rinforzamento FR5?

32 / 100

Cos’è lo stimulus-stimulus Pairing?

33 / 100

Un bambino prende i colori e un foglio e va in cucina, poi si avvicina alla mamma e le chiede di colorare con lui. Questo comportamento ha:

34 / 100

Quale di queste affermazioni è vera?

35 / 100

I comportamenti operanti:

36 / 100

Ipotizziamo che un bambino, tutte le volte che gli viene posto davanti un compito di matematica, lanci le penne e il quaderno; come conseguenza l’insegnante toglie il compito e gli da un puzzle, il comportamento ha:

37 / 100

L’incidental Training:

38 / 100

Qual è un rischio connesso all’uso delle punizioni?

39 / 100

Quale programma di rinforzo presenta come limiti: il rischio di rapida estinzione, la saturazione dei rinforzatori, il rallentamento dell’insegnamento, le difficoltà nella generalizzazione e un ostacolo nel passaggio da una motivazione estrinseca a una intrinseca?

40 / 100

Quando si attua il Functional Communication Training:

41 / 100

La tecnica dell’alternanza, è una tecnica volta a modificare:

42 / 100

Uno stimolo capace di produrre quasi sempre una stessa risposta è detto:

43 / 100

Qual è la differenza tra il Discret Trial Training e il Natural Environment Training?

44 / 100

“… prevede il rinforzamento sistematico e differenziale delle risposte che siano approssimazioni successive sempre più simili al comportamento meta”. Di quale tecnica stiamo parlando?

45 / 100

I comportamenti volti a ridurre situazioni avversative interne, come il dolore fisico o condizioni di disagio hanno:

46 / 100

Per saturazione si intende:

47 / 100

Cosa si intende per Stimulus fading?

48 / 100

Gli elementi costitutivi dell’analisi funzionale descrittiva del comportamento:

49 / 100

I comportamenti inadeguati sono tali perché:

50 / 100

I domini della FQoL Scale del Beach Center of Disability sono:

51 / 100

Rispetto al Natural Environment Training, quale di queste affermazioni è vera?

52 / 100

Dall’intreccio degli studi sulla FQoL e il monitoraggio del ciclo di adattamento familiare alla disabilità, è emerso che alcune variabili producono degli effetti sul livello di FQoL. Quale di queste affermazioni è vera?

53 / 100

Il comportamento autostimolatorio viene mantenuto da:

54 / 100

Lo stimulus preference assessment si riferisce a quell’insieme di procedure che servono:

55 / 100

L’analisi funzionale serve a:

56 / 100

Il materiale da utilizzare nella sessione di intervento:

57 / 100

PECS è l’acronimo di:

58 / 100

Il costo della risposta:

59 / 100

Le conseguenza che vengono date a un comportamento possono:

60 / 100

Cosa si intende per mass trial?

61 / 100

Nel comportamento governato da regole, assume un ruolo di primaria importanza:

62 / 100

IL VB è acronimo di:

63 / 100

L’intervento basato sui principi dell’ABA-VB è volto all’insegnamento delle abilità emergenti. Cosa vuol dire?

64 / 100

Quando viene fatta una richiesta, il bambino commette un errore quando:

65 / 100

All’interno delle teorie dell’apprendimento di matrice comportamentale si da particolarmente risalto al ruolo dei rinforzatori:

66 / 100

Rispetto all’accessibilità dei rinforzatori durante le sessioni di lavoro, quale di queste affermazioni è vera?

67 / 100

Che cos’è il prompting?

68 / 100

Le modalità di comunicazione della diagnosi hanno un ruolo determinante:

69 / 100

Nell’analisi funzionale sperimentale proposta da Carr e Durand:

70 / 100

L’intervento basato sui principi e sulle tecniche dell’ABA:

71 / 100

Il time-out è:

72 / 100

Quando si conduce l’analisi funzionale sperimentale secondo il modello ABC:

73 / 100

Se durante un insegnamento passiamo da forme di prompt più massicce a forme più lievi: ad esempio prima la guida fisica, poi il modellamento, il prompt di indicazione e infine quello di sguardo, quale tecnica stiamo utilizzando?

74 / 100

Inizialmente ogni comportamento adeguato sarà rinforzato immediatamente dopo la sua emissione (programma di rinforzamento a rapporto continuo) e successivamente si passerà a rinforzarlo saltuariamente (programmi di rinforzamento a rapporto variabile)”. Quel successivamente, a cosa si riferisce?

75 / 100

I comportamenti inadeguati sono tali perché:

76 / 100

Per essere efficace, la punizione deve avere le seguenti caratteristiche:

77 / 100

Nella fase di pianificazione:

78 / 100

Rispetto agli altri setting, il DTT:

79 / 100

Rispetto alla posizione da assumere nei confronti del bambino, quale di queste affermazioni è vera?

80 / 100

Cosa implica l’applicazione di un programma di rinforzamento FI3?

81 / 100

Ogni sessione di apprendimento deve prevedere che il numero dei comportamenti potenzialmente rinforzabili sia sempre maggiore di quello dei comportamenti non rinforzabili” su quale principio si fonda?

82 / 100

Per “gestire” il comportamento bisogna:

83 / 100

Il PECS è:

84 / 100

La tecnica dell’alternanza viene utilizzata:

85 / 100

Il costo della risposta viene spesso associato a un’altra tecnica, quale?

86 / 100

Per intervenire sui comportamenti inadeguati “educando” il bambino bisogna:

87 / 100

Quali di queste affermazioni sulla “Generalizzazione” è vera?

88 / 100

Il principio di Premack fa riferimento ai:

89 / 100

Il materiale da utilizzare nella sessione di intervento all’interno del setting formale:

90 / 100

Nel caso di bambini che presentano una difficoltà nella comprensione del messaggio verbale:

91 / 100

Il Discrete Trial Teaching è una procedura di insegnamento che si attua in:

92 / 100

Il comportamento adeguato che si insegna al bambino dovrà essere:

93 / 100

Cosa implica l’applicazione di un programma di rinforzamento VI6?

94 / 100

L’ipercorrezione o correzione per eccesso:

95 / 100

Prima di stabilire quale conseguenza fornire al comportamento problema è indispensabile individuare:

96 / 100

McCubbin e Patterson, nel loro Double ABCX model teorizzavano:

97 / 100

Applicando il principio di Guthrie, ogni sessione di insegnamento termina con l’erogazione di un rinforzatore perché:

98 / 100

Il modello triadico è stato elaborato da:

99 / 100

Nel campionamento dei rinforzatori, le risposte del bambino vengono misurate come indici di preferenze. Così facendo è possibile valutare le conseguenze che un «candidato» rinforzatore ha sul bambino. Ma quali sono queste conseguenze osservabili nel comportamento del bambino?

100 / 100

Le Motivating Operation:

Il tuo punteggio è

0%

ESCI

AssoTABA può essere utile a qualche amico/a? Passa parola!